• Home
  •  > Notizie
  •  > Mantova, colpito da malore sbanda in auto e muore

Mantova, colpito da malore sbanda in auto e muore

La vittima è un barista, ex conducente di autobus, di 42 anni di Rivoltella. Finisce contro il recinto di un giardino: a ucciderlo un infarto

SOLFERINO. Colto da malore improvviso, ha perso il controllo dell’auto ed è andato a schiantarsi contro la recinzione di un’area verde. Le sue condizioni sono apparse subito disperate ai soccorritori. E ogni sforzo per tentare di rianimarlo si è rivelato inutile. Giovanni Silvestri, barista ed ex conducente di pullman, è morto durante il trasporto in ospedale. Aveva 42 anni e viveva a Rivoltella, sulla sponda bresciana del lago di Garda. Ora si trova nelle camere mortuarie dell’ospedale San Pellegrino di Castiglione delle Stiviere, in attesa delle decisioni del magistrato.


L’incidente è avvenuto ieri pomeriggio, poco dopo le quindici, in via San Martino a Solferino. Silvestri, alla guida della sua Polo, veniva da Desenzano quando è stato colto da malore, con tutta probabilità un infarto, che non gli ha lasciato scampo. L’auto è andata a schiantarsi contro la recinzione di un giardino. Qualcuno dei residenti ha sentito il rumore dello schianto e ha avvertito il 118. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Castiglione delle Stiviere e i soccorritori di un’automedica e di un’ambulanza. Tutto inutile. Giovanni Silvestri è arrivato morto in ospedale.


Residente da sempre a Rivoltella, era molto conosciuto per aver guidato un autobus di linea tra Desenzano e le località vicine e anche per aver lavorato in un bar del centro di Desenzano, l’Agorà.


Lascia i genitori – il padre Vittorio, falegname in pensione, è conosciuto per aver suonato per decenni nella banda del paese – la sorella Nadia e lo zio Luigi, cantore nella corale di San Biagio. Oggi il magistrato deciderà se disporre o meno l’autopsia, anche se la causa del decesso sembra naturale. —



 

Pubblicato su Gazzetta di Mantova