• Home
  •  > Notizie
  •  > Muore nello scontro mentre va al lavoro

Muore nello scontro mentre va al lavoro

Operaio di 41 anni soccorso in elicottero dopo lo schianto frontale tra due auto: il suo cuore si ferma qualche ora dopo

CASTEL D'ARIO. Come ogni mattina si era svegliato tre ore prima dell’alba per raggiungere il posto di lavoro, uno stabilimento alle porte di Verona. Qualche chilometro prima della destinazione, non distante da Isola della Scala, lungo una provinciale buia e pressoché deserta, è accaduto l’imprevisto, un violento scontro tra la sua auto e una vettura che sopraggiungeva dal senso opposto. Trasportato in gravi condizioni dall’elisoccorso al Borgo Trento, l’operaio è morto alcune ore dopo, nel pomeriggio. La vittima è Alex Moro, 41 anni. Nativo di Portogruaro, nel Veneziano, abitava da molti anni a Castel d’Ario assieme ai genitori. La notizia della sua morte ha raggiunto il paese in serata.

L’incidente è accaduto poco dopo le cinque del mattino. Moro era diretto alla Index di Castel d’Azzano, azienda di materiali per l’edilizia nella quale aveva trovato lavoro solo qualche mese fa, a luglio. Era al volante della sua Audi A3. Nulla si sa, al momento, riguardo alla dinamica e alle responsabilità dello scontro. Riguardo a questo si sono attivate le indagini dei carabinieri dell’aliquota radiomobile di Villafranca che ieri mattina hanno fatto un sopralluogo ed eseguito i rilievi sul posto.

Il luogo dell’incidente si trova al confine tra i territori di Erbè e Isola della Scala, dove la provinciale 50 prende il nome di via Canova e, subito dopo, di via Crosoncino. Lì l’Audi di Alex Moro ha incrociato un fuoristrada compatto, la Toyota Rav4 condotta da un 23enne che risiede in provincia di Catanzaro. Una delle due viaggiava spostata al centro della strada? Uno dei conducenti ha avuto un colpo di sonno o un malore improvviso? Saranno le indagini dei carabinieri a rispondere a questi quesiti. I militari dell’Arma, per non lasciare nulla di intentato e perché lo richiede la procedura in questi casi, stanno conducendo accertamenti anche per verificare se uno dei conducenti avesse abusato di alcolici.

Lo scontro è stato molto violento. Le due auto si sono prese muso a muso e l’urto frontale ha proiettato l’Audi dell’operaio di Castel d’Ario oltre il guardrail, in un fossato. Alex Moro è rimasto incastrato al posto di guida. È stato necessario l'intervento di dodici vigili del fuoco e l’ausilio dell'autogru per poterlo liberare dalle lamiere. Una volta in barella l'automobilista ferito è stato preso in carico dagli operatori del 118, intervenuti con automedica e ambulanza, e portato d'urgenza in elisoccorso all'ospedale di Borgo Trento. Le sue condizioni erano molto gravi, critiche. Aveva traumi alla testa, al torace e all’addome. L’impegno dei medici purtroppo non è valso a salvarlo. Nel pomeriggio il suo cuore si è fermato. Illeso invece il giovane dell’altra auto.

Alex Moro, grande appassionato di motori, frequentava l’autofficina del fratello Sebastiano, a Castel D’Ario. Abitava con la madre e il padre Gianfranco, anche loro di origine veneziana. Lascia anche una sorella, Fedia, che da anni si è trasferita a Muravera, nel sud della Sardegna.

 

Pubblicato su Gazzetta di Mantova